Video City & Style

Timidezza, la gabbia che imprigiona il “carceriere”

Analizzare per capire

0 167

Provare molteplici emozioni scaturisce nell’adolescente fattori propulsivi per la sua crescita e formazione, queste influenzano il modo d’essere del ragazzo e come si relaziona con gli altri, successivamente ad un’accurata analisi interiore. Il sentimento padrone di molti ragazzi insicuri è la timidezza, la quale preclude diverse opportunità al giovane, il quale, per via di quest’ultima, tralascia l’importanza che dovrebbe attribuire alla propria persona. Immaginate quanti talenti esistono al mondo che per colpa della loro timidezza non conosceremo mai, quante voci in più potrebbero emozionarci e quante idee nuove cambiare il mondo. Ma cos’è che li blocca, se non la convinzione di fallire, che quello che faranno non piacerà, li metterà in ridicolo e gli peserà sulle spalle come un macigno. Sarà capitato a tutti almeno una volta di trovarsi in una situazione di disagio, come il primo giorno in una nuova scuola o la prima lezione di danza, nelle quali non si sa cosa fare, cosa dire o come reagire.

Durante l’adolescenza la condizione dell’individuo timido diventa ancora più esposta: a scuola si ha difficoltà nell’interazione con i compagni, ma soprattutto quando si è chiamati in causa per rispondere ad una domanda dell’insegnante, o per fare progetti con altre persone. Al di fuori dell’ambiente scolastico, se un amico non prende l’iniziativa invitando il timido ad uscire, quest’ultimo rimarrà a casa. L’unica strada percorribile per affrontare l’ostacolo della timidezza è trovare in se stessi il coraggio di parlare apertamente ed esprimersi senza timori. Tuttavia c’è differenza tra timido o semplicemente introverso e riflessivo, in una società come quella odierna dove sfrontatezza e carisma sembrano capacità imprescindibili, questa lieve sfumatura viene spesso ignorata.

Leonardo Battisti
Francesco Cannizzaro
Alessandro Di Trento
Sofia Sposito 
Eleonora Verardi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Note dopo il form dei commenti