Video City & Style

Cisterna di Latina, Un messaggio oltre il tempo

Come ogni 19 Marzo, anche quest’anno Cisterna ha voluto ricordare se stessa in occasione del 75esimo anniversario dell’esodo cisternese.

0 60

Cisterna, in quei giorni del lontano 1944, divenne terra di conflitto dopo che gli americani, il 22 Gennaio dello stesso anno, sbarcarono nella vicina Anzio. Alcuni sopravvissero nascondendosi nelle Grotte Caetani. In queste grotte e ai piedi del Monumento ai Caduti in Guerra, lo scorso 19 Marzo è stata deposta una corona di fiori.

Ricordando il suo passato, Cisterna guarda al futuro osservando il suo presente. Alle ore 17 nell’Aula Consiliare del Comune, si è svolta la 16esima edizione del Premio Cisterna, un riconoscimento per coloro che, in qualche modo, si sono distinti onorando così la loro città.

Quest’anno il presidente Carlo Castagnacci e gli altri membri della Commissione hanno conferito questo premio a Marzio Setini (storico capostazione di Cisterna che ha contribuito con il suo lavoro alla ricostruzione postbellica ed alla crescita e sviluppo di Cisterna facendola diventare uno snodo importante nel panorama nazionale) e Dina Rosina Di Lelio (da 71 anni commerciante cisternese, ancora in attività).

Guardando al futuro, premio anche a Massimiliano Marini (amministratore unico della Marini Impianti Spa, azienda leader nei sistemi di sicurezza ad alta tecnologia).

Nel mondo dello spettacolo, premio a Daniele Abbafati (attore, modello, showman televisivo da circa 20 anni, vanta collaborazioni con artisti del calibro di Giancarlo Magalli in “I fatti vostri” e Raffaella Carrà come Carramba Boy).

Per i suoi meriti sportivi e la sua forza di volontà, premio a Massimo Sapio (vincitore di 2 medaglie d’oro e 1 d’argento agli Invictus Games 2018 di Sidney, competizione per tutte le persone con disabilità permanenti in servizio o per causa di servizio).

A confine tra spettacolo e sport, nel mondo della danza, premio a Maria Grazia Angeletti (ballerina, coreografa, campionessa di fitness e vincitrice di numerosi premi italiani per le formazioni da lei dirette).

Prima di concludere la cerimonia, il saluto da parte del sindaco Mauro Carturan che ha voluto sottolineare l’importanza di questa data per Cisterna come momento di unione per tutta la comunità.

Chiudono la 16esima edizione del Premio Cisterna una rappresentanza delle allieve di Maria Grazia Angeletti con alcuni pezzi hip hop.

Storia, passione, talento, coraggio, volontà, lavoro, sacrificio sono alcune delle parole chiave che hanno portato quest’anno ad assegnare il Premio Cisterna ricordando, a cisternesi e non, che chiunque ha spazio per scrivere la storia. Come coloro, infatti, che con coraggio e determinazione sono ripartiti da quello che la guerra aveva lasciato loro, dolore e macerie, anche noi possiamo, con le nostre capacità, impegnarci adesso per costruire nuove strade per il futuro non solo di Cisterna ma dell’Italia.

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Note dopo il form dei commenti